• Seguici su:
PERSONAGGI ESTIVI

Il gommonista

Dallo sbarco in Normandia allo sbraco con cellulare e frigobar. Antropologia (non) culturale di una specie marittima in espansione


di Francesca Castellani


Surf+Up+Wave+Action+Around+World+z1ZlwxIQjKcl.jpgIl gommone è senza dubbio un’invenzione geniale. Creato durante la seconda guerra mondiale, ha reso possibile lo sbarco in Normandia e contribuito alla sconfitta del nazismo. Purtroppo però il gommone, se nel tempo è cambiato parecchio (non si piega più come uno zaino, non è più tutto di gomma, etc etc), non ha perso la sua caratteristica principale: quella di sbarcare truppe, ovunque e facilmente.
 
Ovviamente la truppa di oggi non è armata di fucili e bombe, bensì di ombrelloni-contenitore frigo-stereo-racchettoni-cellulare; l’effetto è tuttavia quasi altrettanto aggressivo, specie se si è raggiunta faticosamente (ed ecologicamente) a piedi una spiaggetta (si credeva) solitaria e selvaggia. Stratega delle truppe da gommone è naturalmente il gommonista, il quale a sua volta risponde ad alcune caratteristiche antropologiche ricorrenti.
 
Il gommonista, prima di tutto, è solitamente privo di patente nautica (quando noleggi il gommone nessuno te la chiede). Tende quindi a comportarsi in acqua come si comporterebbe in auto se non esistessero la polizia e il codice stradale: spinge al massimo del motore, possibilmente vicino alle coste, taglia la strada alle barche (preferibilmente quelle a vela), non si cura di guardare se c’è il rischio di investire pedoni, pardon, bagnanti o sub.
 
Altrettanto tipicamente, il gommonista aspira ad arrivare fino in spiaggia col motore acceso, anche se (o proprio perché?) notoriamente interdetto dalla legge. L’uso prescritto della pagaia, di cui ogni gommone è dotato, gli è felicemente ignoto. Questo - peraltro, in linea coi tempi attuali - ne salvaguardia l’innocenza: se fate presente al gommonista che fuori dai corridoi è proibito avvicinarsi a motore fino a riva, vi guarderà (nei casi più educati) con l’assoluto candore dell’ignoranza, madre dell’italica irresponsabilità.
 
Qualora tuttavia la spiaggia prescelta sia miracolosamente chiusa da gavitelli, raramente il gommonista procede allo sbarco: ciò comporterebbe la necessità di bagnarsi, magari nell’acqua fredda, cosa che non ama. Di conseguenza si assiste, in simili occasioni, ad aggregazioni spontanee di gommoni ancorati il più possibile a ridosso degli altri, fino ad occludere completamente l’orizzonte. Che questo comporti un effetto simile al parcheggio di San Siro la domenica, al gommonista poco importa: gli basta presidiare il sito, saldamente seduto per ore sotto il sole, rivendicando il proprio diritto all’occupazione del territorio. Talvolta si può assistere a discussioni e liti, e in questo caso è interessante notare l’uso fiorito del dialetto peculiare alla specie.
 
Tra le caratteristiche, più rare, del gommonista si annovera la pesca con l’eco-scandaglio (“così li becchi sicuro”: ascoltato con le mie orecchie in una caletta sarda). Questa pratica, per quanto riprovevole, crea vincoli ancestrali con gli antenati estinti, dal fascismo alla pirateria. Da notare infine la tendenza alla riproduzione di massa, nonostante il caro-gasolio e la crisi economica: o forse proprio perché la crisi colpisce le guardie costiere, i parchi naturali, la forestale, e gli altri no?
 
Come per ogni specie classificabile, sono state avvistate forme anomale: l’anno scorso, a ferragosto, una famiglia è sbarcata e ripartita a remi, senza schiamazzare, senza sperimentare suonerie moleste sui cellulari, senza lasciare rifiuti. Sembravano parlare italiano, ma ascoltavano Mozart sulla spiaggia: senza dubbio alieni, provenienti da un mondo a noi sconosciuto…


Tags: estate, Francesca Castellani, gommone, mare, recensione, sbarco in normandia, vacanze,
01 Agosto 2010

Oggetto recensito:

Il gommonista

giudizio:



5.870889
Media: 5.9 (112 voti)

Commenti

...molto spesso è vero che i

...molto spesso è vero che i gommonisti come gli chiama la giornalista devono ..e non solo loro...imparare le buone maniere ma non tutti ovviamente sono uguali, c'è sempre la persona per bene che si distingue anche se va in gommone; ma io sono dell'idea che questa "italia" deve ancora crescere...puntroppo. E buon gommone a tutti...a quelli piu' educati...si capisce.

"Scherzoso articolo"?

1.08

"Scherzoso articolo"? Divertente come affermazione.

Per adesso il suo "scherzo" è stato utilissimo a farsi un'idea su di lei.

Il resto è aria fritta.

Inutilce che lei provi a mettere rimedio all'evidenza. Che pochezza di risposta...

Grazie per i commenti,

Grazie per i commenti, obiettivi e pacati, che più del mio scherzoso articolo saranno utili a tutti per farsi un'idea sul popolo dei gommonauti

E' tempo speso male il

E' tempo speso male il ragionare sul senso di divagazioni così fantasiose, dalla prima sull' antropologia (non) culturale fino alla visione di alieni che ascoltano Mozart. Il documento è utile invece nell' evidenziare chiaramente, in maniera oggettiva, due aspetti, emblemi di una sofferenza sociale: il brain drain che attanaglia l'Università Italiana; la contemporanea crisi del settore agricolo a causa delle braccia letteralmente rubate.

Beh, perlomeno ha imparato

Beh, perlomeno ha imparato come ci chiamiamo, il prossimo passo potrebbe essere un giro in gommone, scherzosamente parlando ......

Temo che l'arte dell'ironia o

Temo che l'arte dell'ironia o anche solo della comicità sia un dono che le è stato negato. Se il popolo vuol farsi un'idea dei gommonauti troverà disponibili sul web decine di migliaia di temi e di commenti. Se invece vuole farsi un'idea su di lei, basta che legga il suo "articolo". Recenti eventi dimostrano che lo "scherzo" non pare essere requisito primario del giornalismo. Risus abundat ore stultorum

E' stato talmente divertente

E' stato talmente divertente il suo scherzoso articolo che da qualche settimana invece di leggere barzellette o guardare Zelig off , rido con la pancia in mano solo a pensare a quella sua giornata sulla spiaggia della caletta sarda passata a INVIDIARE i gommonauti che le oscuravano il SUO orizzonte divertendosi in compagnia . HA HA HA !!!

"Scherzoso articolo"? Questa,

"Scherzoso articolo"? Questa, se possibile, è ancora peggio dell' articolo stesso. Bah!

Brava, ottima via di fuga. E

Brava, ottima via di fuga. E un buon pretesto per non rispondere a quanto le viene imputato. Cerchi di essere seria e risponda alle critiche che le sono state poste in modo pacato (forse lei le voleva anche in modo ossequioso... ma non si dimentichi che non siamo suoi studenti) Piuttosto si è documentata sull'ecoscandaglio ?

"Come per ogni specie

"Come per ogni specie classificabile, sono state avvistate forme anomale: l’anno scorso, a ferragosto, una famiglia è sbarcata e ripartita a remi, senza schiamazzare, senza sperimentare suonerie moleste sui cellulari, senza lasciare rifiuti. Sembravano parlare italiano, ma ascoltavano Mozart sulla spiaggia"

caspita non ero io signora...a me piace Bach...

ah già...scusi mica può sapere chi è Bach un' ignorantona come lei...

lei è l'immagine del giornalismo oggi in Italia...se trovate qualcuno sulle scale che vuol farvi il mazzo tanto non meravigliatevi...accontentatevi della solidarietà tra colleghi...menti illuminate

Che dire di più rispetto ai

1.08

Che dire di più rispetto ai miei "colleghi"...come li chiama il fior fiore del giornalismo? gommonisti? ma per favore, direbbe Ezio Greggio... Io Le do un solo consiglio: prima di basare i suoi giudizi su una categoria che non conosce, Le consiglio di passare più di una domenica ad osservare la gente che va per mare...si accorgerà che non sono tutti dei noleggiatori pazzi scatenati che uccidono i sub o inquinano il mare... e parlo da "spazzino" di spiagge colonizzate da quelli che Lei definisce poveri cristi che attraversano fuoco e fiamme per raggiungere spiagge poi rovinate da noi! MAH!!!

Beh, se un'intera categoria

Beh, se un'intera categoria può essere giudicata in questo modo sulla base delle proprie (limitate) ESPERIENZE PERSONALI, cosa dovrebbe pensare la gente della categoria dei giornalisti, DOPO AVER LETTO IL SUO ARTICOLO?! Certe persone dovrebbero sfogare le proprie pulsioni e frustrazioni in altro modo che non sia quello di provare a fare i giornalisti: spacciandosi come tali, questi soggetti offendono l'intera categoria!!!

P.S. un consiglio alla signora Castellini: se A FERRAGOSTO le dà fastidio trovare così tanta gente al mare, la invito ad informarsi sulla nuova stazione orbitante turistica che iniziando a costruire in questi giorni; al costo di svariate decine di milioni di dollari avrà la matematica certezza di non trovare alcuna ressa, sul luogo di villeggiatura. L'ideale per chi soffra di sociofobia...

Mamma mia....si rende conto

1.08

Mamma mia....si rende conto che per scrivere le cose che ha scritto ha impiegato tempo, ha consumato energia elettrica e occupato spazio nel sito del giornale? Capisco che Lei dottoressa abbia tanti impegni e poco tempo, ma almeno cerchi di ritagliarne un po' per informarsi prima di scrivere. Sono tali e tante le "sciocchezze" scritte (voglio essere benevolo nei suoi confronti usando questo termine) che non riesco ancora a rendermi conto di come possano starci tutte in così poche righe. Addirittura scrive non conoscendo le leggi che regolamentano la conduzione di gommoni: i noleggiatori non chiedono la patente nei casi previsti di noleggio senza patente. Non le dico quali sono, chissà che così non smuova la sua curiosità e decida di informarsi. Per chiudere, le voglio fare una raccomandazione: se vuole pescare, non usi come "tecnica di pesca" quella dell'ecoscandaglio, perchè non si divertirebbe molto a vedere il pesce in uno schermo senza riuscire a farlo saltare dentro il gommone. E non pensi nemmeno che ciò che vede sia un film di fantascienza.....l'ecoscandaglio non è dotato di teletrasporto. Cordiali saluti da un gommonauta nemmeno parente alla lontana del suo......... gommonista.

che dire di piu!!!! sono un

che dire di piu!!!! sono un gommonauta e me ne vanto!!! mi associo a tutti i commenti che mi hanno preceduto

Se la signora qui è convinta

1.08

Se la signora qui è convinta di quello che scrive, deve rispondere ai commenti, altrimenti sia lei che la testata che la ospita fanno un po' la figura dei superficialotti.

Esimia "giornalistica", da

3.06

Esimia "giornalistica", da un'attenta lettura del suo articolo si desume una certa approssimazione. Posso capire che la sua sfortuna nel aver trovato tutti quei Gommonauti (col beneficio d'inventario per vedere se è vero oppure se si tratta di pura fantasia pur di scrivere un'articolo) che le hanno oscurato l'orizzonte, ma le garantisco che se vuole venire oggi in Sardegna le faccio vedere tantissime calette da dove può scrutare l'orizzonte dalla mattina alla sera senza alcun Gommonauta davanti. Si figuri che NOI Sardi abbiamo avuto la pazienza di sopportare le invasioni barbariche per secoli e quindi possiamo tollerare anche la sua presenza per qualche altro giorno. Unica cosa che le raccomando, ci avvisi quando arriva così faremo del nostro meglio per liberarle le calette che lei tanto desidera. Non voglio commentare quanto da lei scritto, è già stato fatto abbondantemente e a ragion veduta, e in ogni caso si commenta da solo. A questo punto mi sorge spontanea una domanda, ma lei in che mondo vive? Io in Sardegna dalla nascita (50 anni) e le garantisco che di calette isolate e solitarie ne abbiamo avuto per decenni, fino a quando gente come lei non è venuta a passare alcuni giorni in vacanza per poi andare via criticando tutto e tutti e tornare l'anno successivo. Alberto

m dai su, questo articolo

m dai su, questo articolo sarà sicuramente una barzelletta!!!! di cattivo gusto, però.....

Mai visto un articolo scritto

Mai visto un articolo scritto in questo modo. Non ho parole e non entro in merito a quanto ha affermato perchè non è neanche degno di commento. Vorrei solo aggiungere, che dall'alto della sua erudita cultura, non conosce minimamente la parola ecoscandaglio, infatti lo descrive come uno strumento di pesca di frodo, quando invece è un semplice strumento che permette di visualizzare la profondità e per individuare i salti di batimetrica.... Pensi un po'... abbiamo anche gps e vhf, ma a cosa servono non glielo spiego :)))

Parecchie persone navigano in

1.08

Parecchie persone navigano in mare prive di patente nautica (ma la legge lo consente), altrettante purtroppo scrivono liberamente non solo non essendo informate correttamente ma magari non avendone i titoli....

si dovrebbe vergognare di

si dovrebbe vergognare di quanto scritto, e' evidente che non essendo stata capace di conseguire la patente nautica, l'invidia verso qualsiasi mezzo nautico la si legge fra le righe. complimentoni!!

Che tristezza, il giornalismo

Che tristezza, il giornalismo più becero che potesse attanagliare la categoria. A volte qualcuno deve riempire degli spazi , ma a questo punto è meglio riempirli in pubblicità o minchiate tipo quelle di shox shoes... Per il resto , quoto i miei giustamente inviperiti predecessori..

Sinceramente ho provato

1.08

Sinceramente ho provato tristezza nel leggere questo articolo. Perchè vedo ancora una volta come possa essere usata negativamente la capacità di esprimersi di certe persone contro categorie di gente a loro non simpatiche. Sono stati citati i nazisti, ed il mio ricordo va subito agli ebrei, da loro massacrati nel nome di una ideologia. Purtroppo per l'autrice di questo articolo, siamo in molti a non poter fare a meno di amare il mare, di voler condividere questa passione con la nostra famiglia e amici. E lo facciamo con una semplice barchetta ed un banalissimo frigoriferino portatile, nei nostri mari nostrani. Perchè preferiamo questa semplicità alla spiaggia privata, al Residence in Sardegna o Mauritius da vantare ai colleghi di lavoro dopo le ferie o lo Yacht superlusso con frigobar, ghiacciaia, e cucina completa.

Nulla è paragonabile alla gioia che ho provato questa estate nel giocare alla pesca con i miei figli. Ad ogni icona del pesciolino sull'ecoscandaglio, impazzivano affondando o recuperando la lenza con un criterio tutto loro. E la nostra barchetta acquistata a rate, diventava per magia un grosso peschereggio con a bordo chiassosi marinai!

Aveva proprio ragione mia nonna: certe volte basterebbe davvero un pò di umiltà nelle persone per evitare tanti disaccordi. Ed invece siamo sempre qui a criticare tutto e tutti, insoddisfatti di questo e quello. E ci mettiamo su un piedistallo, profeti di chissà quale verità. La maturità di una persona si misura anche con la sua capacità di rispettare gli altri senza generalizzare per cercar consensi.

Rimango basito da quanto

1.08

Rimango basito da quanto letto... davvero, nemmeno la forza di commentare... Del resto chi mi ha preceduto nei commenti ha già detto tutto. Una pessima figura per la categoria giornalisti e per la testata su cui scrive.

Salve e COMPLIMENTONI per il

1.08

Salve e COMPLIMENTONI per il Suo articolo fatto davvero BENE! Le consiglio vivamente, di lasciar perdere noi Gommonauti/Jacuzzonauti, in quanto il nostro mondo da Lei poco noto! Ulteriormente La invito di serbare le proprie energie verso altri orizzonti, potrebbe, ad esempio, realizzare un reportage sul PORNO, forse più nelle Sue corde..........

Distinti saluti

Claudio

forse non aveva nient'altro

1.08

forse non aveva nient'altro da fare.............................giornalettara

Ecco il tipico esempio di

1.08

Ecco il tipico esempio di come professori, sociologi e (in questo caso) letterati si mettono a fare gli opinionisti alla rinfusa, magari sfogando le prorpie frustrazioni personali (estive), producendo due effetti: il primo è quello di sollevare, come è successo, critiche e perplessità di chi si accorge delle cazzate dette; il secondo, di continuare nel lavoro di screditamento dei bravi professori, sociologi e letterati (e questo lo dico perchè sono collega) che non si sognerebbero mai di scrivere le "antropologie di qualsiasi cosa" su siti internet e riviste. La rivista non ci fa una grande figura.

Potrei scrivere l'ennesimo

Potrei scrivere l'ennesimo commento in disprezzo a quanto Lei ha scritto nel Suo articolo, ma non riuscendo ad eguagliare l'estro di chi mi ha preceduto glielo risparmio. Piuttosto Le scrivo per suggerirLe di frequentare per un po' qualche forum di gommonauti, in Italia ce ne sono una mezza dozzina, vi troverà sicuramente l'occasione di approfondire la Sua lacunosa cultura verso un mondo che ha dimostrato di non conoscere affatto se non attraverso gli stereotipi e i luoghi comuni. Approfitto poi per chiedere a Lei o al Suo diretore di rettificare due clamorose inesattezze riportate nell'articolo, la prima è che i fascisti non sono solo "nostri " antenati ma anche Suoi, la seconda che questi, insieme ai pirati purtroppo non sono affatto estinti.

Libero

e' talmente tanta la sua

e' talmente tanta la sua deficenza ,intesa come mancante di qualcosa ,in questo caso mancante di nozioni veritiere sull'argomento , che sulla terra non basterebbero tutti i numeri , conosciuti e non a quantificarla !

Sito culturale?

Sito culturale? Complimenti! Ha centrato in pieno quello che da tempo ha preso piede in Italia: l'intolleranza verso tutto e tutti. Il gommonista...... forse dovrebbe provarlo anche Lei....

Sito culturale? Complimenti

1.08

Sito culturale? Complimenti per la cultura che trasmettete...! Ha centrato in pieno quello che da tempo ha preso piede in Italia: l'intolleranza verso tutto e tutti. Il gommonista...... forse dovrebbe provarlo anche Lei....

Francesca, mi dia retta, la

1.08

Francesca, mi dia retta, la prossima volta faccia un bell'articolo disquisendo se l'Amatriciana si fa con l'aglio, la cipolla o con entrambe......la vedo una discussione più consona alla sua "cattedra". Ci rifletta e nel frattempo, per documentarsi, si guardi qualche puntata della trasmissione "la prova del cuoco", credo sia abbastanza facile da seguire anche per lei e in più dovrebbe essere anche sottotitolata.......perfetto, no? Domenico

"se si è raggiunta

"se si è raggiunta faticosamente (ed ecologicamente) a piedi una spiaggetta (si credeva) solitaria e selvaggia. ... aggregazioni spontanee di gommoni ancorati il più possibile a ridosso degli altri, fino ad occludere completamente l’orizzonte."

caspita, è lo stesso fastidio che provo io quando, raggiunta una caletta solitaria e selvaggia, vedo i naturalisti che occludono completamente la battigia con i loro raccapriccianti teli colorati.

Per fortuna il mare è di tutti e non mi permetterei mai di criticare i miei vicini scarpinari della domenica.

Solo una domanda, lei è la vecchia professoressa dell'università di Trento oppure la fichissima Brand Collaborator di firenze? Grazie per il chiarimento.

gent.ma signora "Giornalaia",

1.08

gent.ma signora "Giornalaia", se lei abita in Sardegna o ci viene in vacanza, la prego di farsi sentire l'estate prossima, sarei lieto di portarla a pesca con l'ecoscandaglio, non si preoccupi, ho la patente nautica, ascolto Beetoven, rispetto le regole e ho tutte le dotazioni di borto richieste dalla legge..... mi permetta solo una cosa, ma da dove ha estrappolato tutte quelle idiozie che ha scritto? spero che non sia farina del suo sacco, altrimenti mi permetta di dirle che è messa veramente male, e meglio un GOMMONAUTA senza patente che un'idiota con la penna!! Saluti

sei invitata a passare una

1.08

sei invitata a passare una giornata al mare con noi "gommonisti", se ancora ti funziona un po il cervello ti renderai conto di quanto noi diamo il massimo per salvare l'ambiente marino, che tra l'altro e' un po il nostro habitat naturale. anche chi non ha la patente nautica (io per esempio) e' tenuto a rispettare tutte le regole la legislatura in merito; tu quando vai in bicicletta , rispetti la segnaletica stradale anche se per pedalare non serve la patente? ps se vieni con noi in gommone ti facciamo pescare tutti i pesci che l'ecoscandaglio ci segnala ahahah

Luoghi comuni,

1.08

Luoghi comuni, disinformazione teorica e tecnica, superficialità condita in una chiave umoristica di bassa lega. L'ispirazione colta in un probabile deludente ferragosto sardo marginalmente vissuto e faticosamente strappato ad una vita ritenuta, ahimè, degna di miglior sorte, non la rende migliore del gommonoleggiatore della domenica che nulla ha a che vedere con gli amanti del mare. Questa sua immagine è l'unico fatto concreto che trapela da un articolo, privo di caratteristica alcuna che gli consenta di essere anche solo lontanamente abbinato alla parola "giornalismo"

Carina la storiella, peccato

Carina la storiella, peccato abia una vizio a monte, talmente grande, evidente, enorme, da definirsi serenamente fantozziano! Il diportista medio (non parlo quindi di vette eccelse le cui orecchie ascoltano Mozart, ma solo di colline le cui orecchie son più nazionalpopolarmente "separate dalla testa" ed ascoltano magari i figli che giocano o la moglie che rammenta gli impegni economici) non si confonde con il sabbioso terricolo, ma gode a 360° dell'elemento liquido. Anzi, snobba il sabbioso terricolo e lo deride dalla sua isola di gomma. Il diportista si è affrancato dalla polvere che La avviluppa e Le rende l'orizzonte siffatto. La sua è malcelata invidia di una sensibilità che Le manca: l'amore per il mare. La capisco, e come fece il Signore con "lo svizzero" in una nota barzelletta, mi siedo accanto a lei, e piango per lei. Altro non v'è da fare..... se non aggiungere che il diportista gommato ama sentirsi definire Gommonauta, cara la mia giornalaia.

Parole Sante!!!

Parole Sante!!!

E' troppo comodo fare

E' troppo comodo fare dell'erba tutta un fascio. Non so da dove ha preso quei luoghi comuni che tanto descrive negativamente come se non esistesse niente di positivo. Potrei contraddirla punto per punto ma vista la sua ferma posizione su quanto noi gommonauti e non gommonisti (questo è un punto fondamentale ed è come se Lei la chiamassero giornalauta) crede che siamo e ci comportiamo è veramente l'opposto di quello che noi diportisti effettivamente siamo. Non so che esperienze ha avuto e mi spiace per Lei ma è stata proprio sfortunata. Distinti saluti Fil

Che tristezza leggere

Che tristezza leggere l'errata interpretazione del tutto personale e priva di fondamento come quella in questione, è vergognoso che in redazione le abbiano addirittura permesso di pubblicare l'articolo, segni inequivocabili di una deontologia priva di senno, finalizzata solo ed esclusivamente a riempire una pagina bianca.... Credo che la castellani, se così si chiama, debba prima di scrivere simili sciocchezze vivere in toto una delle esperienze più belle che ci sono concesse... VERGOGNA....

perchè non dedichi più tempo

perchè non dedichi più tempo all'impressionismo ed alla tua cattedra universitaria, sicuramente eviteresti di cadere nel qualunquismo. Oppure hai solo voluto dimostrare al popolo bue quanto sei brava. Lone Wolf (Roberto)

ahahaha!!! se ti hanno dato

1.08

ahahaha!!! se ti hanno dato la laurea in giornalaio per scrivere ste cazzate cambia università e prendine una seria ,se non hai la laurea vattela a prendere. Se l'articolo è ironico non fa ridere Da notare che non sai che cosa è il mare,non sai che cosa è la nautica non sai che cosa è il gommone....se sapessi veramente quanto sopra non scriveresti ciò che hai scritto!

Le consiglio di rincominciare

Le consiglio di rincominciare da quì: Il sole e l’aria ricca di ossigeno sono sicuramente salutari. Inoltre, quando ci si trova in località marine, accade più frequentemente di mangiare pesce o molluschi, ricchi di iodio, oppure alimenti coltivati su terreni abbondanti di questo elemento. Respiri aria buona e magari, se ne avrà l'occasione, si faccia portare a fare un giro in gommone ! Vedrà, starà meglio e sicuramente non scriverà più certe emerite ............... ! Buon mare.

braaava , braaava , braaava

1.08

braaava , braaava , braaava !!! Sembra un testo comico di zelig , solo che a me non fa ridere . Articolo da giornalaia . Ti consiglio di farti un giro tra gli stand e i corridoi del padiglione del salone nautico di Genova dedicato ai battelli pneumatici : ti renderesti conto di quanto sia lontana dalla realtà questa tua visione distorta , capiresti quanta passione , esperienza in mare , amore e rispetto per la natura c'è tra i gommonauti ( o gommonisti come li chiami tu !? )

"cara"

1.08

"cara" Francesca. RammentandoLe che le generalizzazioni sono di per se erronee, non posso che sottolineare il qualunquismo, e la disinformazione che trapelano dal suo articolo. Cosi come non basta avere a disposizione un gommone per divenire un maleducato criminale, cosi come da lei descritto, non e' avendo a disposizione un word processor che si diventa giornalisti. Ha molto da informarsi, temo. Ossequi Roland (francesco)

Un'articolo più classista e

1.08

Un'articolo più classista e qualunquista di questo è difficile leggerlo. E' come dire: tutti quelli che hanno lo scooter sono degli imbecilli o tutti i giornalisti sono analfabeti! Scrivere un articolo rifacendosi a un luogo comune o ad un'esperienza personale e un esercizio decisamente sbagliato della propria professione, ne abbiamo già troppi esempi con la televisione. Ti posso dare un consiglio per il prossimo articolo? Il "camionista", il terrore delle strade!

Un "gommonista" che ama il mare e lo rispetta.

Gommonista fa rima con

1.08

Gommonista fa rima con giornalista: brava Francesca Castellani, sei lo stereotipo VERO di un idiota quanto FALSO è quello dei "gommonisti" (dove hai scovato questo orrendo termine?)

Gommonista fa rima con

Gommonista fa rima con giornalista: brava Francesca Castellani, sei lo stereotipo VERO di un idiota quanto FALSO è quello dei "gommonisti" (dove hai scovato questo orrendo termine?)

ma che cazzo sono sti

ma che cazzo sono sti cocmmenti???

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
 
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Enter the characters (without spaces) shown in the image.