• Seguici su:
ritratto di Gianluigi Ricuperati
di Gianluigi Ricuperati

We'll meet again


Gentile lettore,
questo blog si estingue qui – factum est, appena nato, già malato.
Ho capito che non funziona, ed è un problema di modalità.
La modalità – questa – richiede confidenza. Io sono incapace di confidenza.
Il mio ego retorico è malato di braminismo - malattia di cui troverai tracce in certe poesie di Robert Lowell, o meglio, nell’atteggiamento che le ha precedute prima di atterrare dalla nuvola delle intenzioni alla forza della forma. E’ braminica l’aura delle recensioni che scriveva Martin Amis sul New Stateman negli anni settanta. E’ braminico il tono del Rem Koolhaas di Delirious New York. E’ qualcosa che risplende nelle maglie infinitesimali di Serge Gainsbourg quando canta il suo inno malato a Brigitte Bardot, dal vivo, per l’ultima volta. Ciascuno porta le proprie stimmate. Ciascuno porta la propria scala di colori interiori.
I miei non sono adatti al blog. Non sussurrano all’orecchio. Non sottintendono che siamo sullo stesso piano – io mi accendo solo quando c’è una superiorità o un’inferiorità, è colpa mia, chiedo perdono a tutti: ho bisogno di imparare, ho bisogno di insegnare.

Ma gli uomini e le donne che fanno Giudizio Universale sono persone d’onore, e visto che sospetto di esserlo anch’io, e ci sono molte cose da dire, e molte cose da fare, e molte cose da far dire e far pensare - we’ll meet again.


8.520966
Media: 8.5 (31 voti)

Inserito da Gianluigi Ricuperati - 10 dicembre, 2009 - 12:09


Commenti

scusa egidio, ma Robert

scusa egidio, ma Robert Lowell e Rem Koolhaas non sono proprio citazioni esoteriche

Non è la citazione in se' ad

Non è la citazione in se' ad essere inelegante, lo è stiparne 5 o 6 per frase. Si faccia poi un sondaggio su quanti di cultura medio-alta, non specializzati o cultori conoscano costoro

Un po' come l'Inter di

Un po' come l'Inter di qualche anno fa: grandi campagne acquisti, scudetto d'agosto, un sentore inconfondibile di fumisteria, e l'esonero dell'allenatore alla prima giornata

Mi piacevano le premesse che

Mi piacevano le premesse che avevo letto nel primo post di questo blog. See you soon

per modestia due soli.

7.02

per modestia due soli. Perche' io so cosa intendi dire,almeno credo. anch'io sono come te,pur non conoscendo nessuna delle tue citazioni. Abbiamo tutti delle incapacita',con annesse delle speculari capacita'. Anche se la mancanza di "confidenza" a volte rattrista la vita. g.

Mammamia.

Mammamia.

Non mi mancherai, chiunque tu

1.08

Non mi mancherai, chiunque tu sia, con le tue citazioni pompose quanto ridicole. Dì qualcosa di tuo, o braminico Khoolassiano, ma dittelo allo specchio.

Pur nella difficoltà di farsi

Pur nella difficoltà di farsi capire, apprezzo le citazioni e comprendo, in fondo, la strana asimmetria di chi si trova a usare un mezzo diverso dalla carta stampata, un mezzo soffice e leggero come il blog, che mette autori e lettori sullo stesso piano. Egidio, non bisogna per forza insultare ciò che non si capisce, anche se in effetti riconosco che il tono del nostro amico non sia dei più amichevoli.

Per Erica: Il mio post è una

Per Erica: Il mio post è una reazione all'asserita "braminità", che nel sistema a caste indù è un culto disumano dell'aristocrazia, coniugata a una caterva di citazioni in parte oscure. Mi sembra che sia una doppia violazione del galateo: 1-Io sono troppo "alto" per voi 2 Eccovi esempi tratti dal mio braminico database Usare il latino può essere tollerabile, l'autoironia non è richiesta, ma citare cose troppo di nicchia è inelegante, oltre che trombonesco. Anche ridicolo, per cui ringrazio Ricuperati di avermi fatto ridere

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
 
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Enter the characters (without spaces) shown in the image.